La sorte dell’atto non firmato notificato a mezzo pec


Inammissibile l’atto di appello notificato a mezzo pec privo della firma digitale (Cass. Civ. Sez. VI, Ord. 08/06/2017 n. 14338)


La firma digitale è pienamente equiparata, quanto agli effetti, alla sottoscrizione autografa in forza dei principi contenuti nel D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 e successive modificazioni.

Essendo la firma digitale – al pari della sottoscrizione dell’atto cartaceo ai sensi dell’art. 125 cod. proc. civ. – requisito di validità dell’atto introduttivo del giudizio (anche di impugnazione), in quanto essa attiene alla formazione dello stesso e alla sua riconducibilità a chi lo ha formato, l’appello è inammissibile se l’originale informatico dell’atto notificato a mezzo pec è viziato da carenza (non sanabile) di sottoscrizione digitale. Né, tampoco, assume rilievo il fatto che la trasmissione via pec dell’atto attesta la provenienza di quest’ultimo dal mittente, atteso che tale strumento di notifica non può surrogare la sottoscrizione digitale dell’originale dell’atto.

Se, invece, alla notifica pec viene allegata la copia informatica dell’atto originariamente formato su supporto analogico, non è necessaria la sottoscrizione con firma digitale, essendo sufficiente l’attestazione di conformità all’originale. Allo stesso modo, la mancanza della sottoscrizione del procuratore abilitato a rappresentare la parte in giudizio nella copia notificata della citazione, non incide sulla validità di questa, ove, però, detta sottoscrizione sussista nell’originale e la copia notificata fornisca alla controparte sufficienti elementi per acquisire la certezza della sua rituale provenienza da quel procuratore.

Cass. Civ. Sez. VI, Ord. 08/06/2017 n. 14338 (leggi l’ordinanza)

Approfondimenti

Notifica a mezzo PEC dell’atto di appello e l’avviso ex art. 123 disp. att. c.p.c.

VADEMECUM IMMAGINE E RISVOLTI PRATICI di Avv. Stefania Giordano – Foro di Palermo – CSPT Di seguito il vademecum immagine per procedere alla notifica a mezzo […]

0 comments

Il vademecum degli atti da attestare conformi nella notifica a mezzo pec

Vademecum immagine degli atti notificabili a mezzo pec con e senza attestazione di conformità (di Avv. Stefania Giordano – Foro di Palermo – CSPT)

1 comment

Notifica atti giudiziari: cade il mito dell’inesistenza

Commento a Cassazione Sezioni Unite nn. 14916 e 14917 del 20/07/2016 di Avv. Stefania Giordano

1 comment

 


ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento