Ipoteca nulla se Equitalia non ti avvisa

dea bendata e due mani che proteggono una casa

Come salvare la propria casa dalle aggressioni e dalla ipoteca del fisco


vinilo decorativo simbolo de la justicia

Grande svolta in tema di ipoteche da parte di Equitalia.

Prima di iscrivere ipoteca sull’immobile, Equitalia dovrà concedere al proprietario contribuente il termine di trenta giorni per presentare osservazioni alla cartella di pagamento o per provvedere al pagamento del dovuto.

In mancanza di tale preventivo avviso, da inoltrare a mezzo raccomandata a/r, l’ipoteca è nulla.

A sancire tale principio è la Cassazione a Sezioni Unite con la sentenza n. 19667 del 18.09.2014, che sta facendo tremare non pochi uffici dell’amministrazione finanziaria.

Si, perché secondo i Giudici di Piazza Cavour la nullità ricorre anche in mancanza di una specifica disposizione di legge, in quanto il riferito preventivo avviso è alla base del principio generale caratterizzante qualsiasi sistema di civiltà giuridica, che impone la doverosa comunicazione al contribuente di tutti gli atti lesivi della sua sfera giuridica al fine di consentirgli il reale ed effettivo esercizio del diritto di difesa preventiva a tutela dei propri interessi. 

Così, anche se l’obbligo della comunicazione è stato espressamente disciplinato e imposto a partire dal 13.07.2011 con l’entrata in vigore della Legge 106/2011, sono ugualmente nulle le ipoteche iscritte precedentemente a tale data.

Attenzione però. L’invalidità non è automatica, ma occorrerà ricorrere al Giudice perché la dichiari e ordini la cancellazione dai Pubblici Registri.

Un vero grattacapo per l’Amministrazione Finanziaria che si vedrà piovere addosso migliaia di citazioni in giudizio. 


ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento