Bollo auto: quando non va pagato

macchina e soldi bollo

Se vi è arrivata la notifica della cartella esattoriale per un bollo auto non pagato, questo articolo potrebbe fare al caso vostro


Se vi è arrivata una cartella esattoriale per bollo auto non pagato, è possibile che non dobbiate pagarla.

Non è affatto infrequente, infatti, che l’Agenzia delle Entrate pretenda dal contribuente il pagamento del bollo auto anche se prescritto e quest’ultimo provveda comunque al pagamento nella convinzione di essere obbligato.

E’ consigliabile, quindi, ancor prima di metter mani al portafogli, prestare attenzione al contenuto della cartella esattoriale e in particolare all’annualità della tassa automobilistica della quale si pretende il pagamento, tenendo a mente che l’azione dell’Amministrazione finanziaria per il recupero della tassa automobilistica, degli autoscafi e delle relative penalità, si prescrive decorso il terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento.

Tanto dispone l’articolo 5 del D.l. 953/82, modificato dall’art. 3 del D.l. 2/86 convertito nella Legge 60/86.

Poniamo quindi il caso che nel 2017 vi arrivi la notifica della cartella di pagamento avente ad oggetto il bollo auto relativo all’anno 2010, che avrebbe dovuto essere pagato entro gennaio 2011. In tale ipotesi la cartella non va pagata, in quanto il diritto alla riscossione della tassa è andato prescritto il 31.12.2014, ossia entro il terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento  (nel nostro caso gennaio 2011).

Attenzione però. Se l’amministrazione finanziaria nell’arco dei tre anni di cui si è detto vi ha notificato un avviso di accertamento o altro atto similare avente ad oggetto il riferito bollo auto, il termine di prescrizione si è interrotto e dalla data di ricezione della lettera interruttiva decorrono altri tre anni per la maturazione della prescrizione.

Se, invece, il diritto alla riscossione della tassa è prescritto, occorrerà opporre la cartella per ottenere l’annullamento. In mancanza di impugnazione, infatti, non potrete più sottrarvi al pagamento e il fisco procederà per la riscossione, anche se si tratta di un tributo prescritto.

Quindi attenzione! Se avete ricevuto una cartella di pagamento avente ad oggetto un bollo auto prescritto, rivolgetevi senza indugio al vostro legale fiduciario che saprà come tutelare le vostre ragioni nelle opportune sedi giudiziarie. 


ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento