Nessuna inefficacia del pignoramento se manca l’attestazione di conformità


Un’altra pronuncia di merito salva il pignoramento iscritto a ruolo senza l’attestazione di conformità dei titoli 


di Avv. Stefania Giordano

Ritorniamo ad affrontare un tema caldo e discusso nell’ambito del processo civile telematico, ossia quello dell’attestazione di conformità dei titoli nelle iscrizioni a ruolo del pignoramento.

Come noto, ai sensi degli artt. 518, 543 e 557 c.p.c., una volta che l’ufficiale giudiziario consegna al creditore i titoli, l’atto di precetto e l’atto/verbale del pignoramento, quest’ultimo deve depositare nella cancelleria del tribunale competente per l’esecuzione, entro 15 giorni per il pignoramento mobiliare e immobiliare ed entro 30 giorni per il pignoramento presso terzi, la nota di iscrizione a ruolo con le copie dei riferiti atti attestate conformi agli originali dall’avvocato del creditore.

Il pignoramento perde efficacia quando la nota di iscrizione a ruolo e le copie degli atti sono depositate oltre i termini sopra indicati.


Per approfondimenti

Le iscrizioni a ruolo dei pignoramenti

GLI STEP DA SEGUIRE PER L’ISCRIZIONE A RUOLO DEI PIGNORAMENTI CON LE MODIFICHE INTRODOTTE DAL D.L. 83/2015 – Legge 132/2015 Si pubblica di seguito il vademecum immagine contenente gli step da seguire per procedere alla corretta iscrizione a ruolo dei pignoramenti a seguito delle modifiche introdotte dal Decreto Legge 27 giugno 2015 n. 83 e […]

0 comments

Ebbene, secondo il Tribunale di Bari (Ordinanza 04.05.2016), il deposito delle copie non autentiche dei titoli ,unitamente alla nota di iscrizione a ruolo, non inficia il pignoramento.

Le ragioni sottese a tale salvifica conclusione riguardano il contenuto degli articoli sopra richiamati, che distinguono la problematica dell’attestazione di conformità delle copie degli atti, da quella dell’inefficacia del pignoramento per tardivo deposito delle stesse e ricollega la tardività/inefficacia del pignoramento unicamente al mancato deposito della nota d’iscrizione e delle copie autentiche degli atti, non anche dell’attestazione di conformità.

Ne consegue che l’eventuale deposito oltre il termine deve rimanere irrilevante.

La motivazione fornita dal Tribunale di Bari, appare condivisibile, in quanto in linea con il consolidato orientamento della Suprema Corte, secondo cui non può considerarsi nuova la produzione in originale di un documento già presente in atti in fotocopia, trattandosi di una mera regolarizzazione formale di una produzione pregressa tempestivamente depositata (ex multis Cass. 26.01.2016 n. 1366.

Salvifica anche la pronuncia dell’01.06.2016 del Tribunale di Caltanissetta che fornisce un’interessante ed esaustiva motivazione a sostegno della validità del pignoramento nell’ipotesi di mancata attestazione di conformità dei titoli.

Contra Tribunale di Pesaro Ord. 10.06.2015


Precedenti articoli sul tema

Iscrizione a ruolo pignoramento: cosa accade se manca l’attestazione di conformità?

Commento a Tribunale di Caltanissetta 01/06/2016 Avv. Stefania Giordano Come dispongono gli artt. 518 – 543 e 557 c.p.c., modificati dal D.L. 132/2014 (L. 162/2014), il creditore, all’atto dell’iscrizione a ruolo del pignoramento, deve depositare (in via telematica) nella cancelleria del tribunale competente per l’esecuzione, la nota di iscrizione a ruolo, con le copie conformi […]

0 comments

The following two tabs change content below.
Avv. Stefania Giordano

Avv. Stefania Giordano

Area di competenza: Diritto Civile e Commerciale, Processo Civile telematico. Abilitata all’esercizio della professione forense nel 1999, esercita l’attività professionale a Palermo nell’ambito del diritto civile e commerciale. E' componente dell'Associazione Centro Studi Processo Telematico - CSPT - che riunisce numerosi studiosi di informatica giuridica e processo telematico. Nata dall’idea di costituire un osservatorio permanente sulla informatizzazione dell’attività giudiziaria in materia civile, penale, amministrativa, contabile e tributaria, abbraccia tutti i campi dell’informatica giuridica con il preciso scopo di divulgare le conoscenze in questa materia. http://www.cspt.pro/ E' fondatore del sito di informazione giuridica e giustizia telematica, Nostralex (http://www.nostralex.it/), i cui contenuti mirano a facilitare l'approccio degli operatori del diritto al processo telematico e all’utilizzo delle notifiche a mezzo posta elettronica certificata, mediante la pubblicazione di guide, risorse, utility, commenti a sentenze e approfondimenti sullo specifico tema. E’ autrice della web app “Gli adempimenti nel processo civile telematico” e delle seguenti guide pubblicate nei siti nostralex.it e diritto.it: Codice dell’Avvocato Telematico; Schede Pratiche dell’Avvocato Telematico: Procedimento monitorio telematico; Schede Pratiche dell’Avvocato Telematico - Notifica pec dell’atto introduttivo e iscrizione a ruolo telematica della causa; Guida pratica alla ricerca telematica dei beni da pignorare ex art. 492bis c.p.c.
Avv. Stefania Giordano

About Avv. Stefania Giordano

Area di competenza: Diritto Civile e Commerciale, Processo Civile telematico. Abilitata all’esercizio della professione forense nel 1999, esercita l’attività professionale a Palermo nell’ambito del diritto civile e commerciale. E' componente dell'Associazione Centro Studi Processo Telematico - CSPT - che riunisce numerosi studiosi di informatica giuridica e processo telematico. Nata dall’idea di costituire un osservatorio permanente sulla informatizzazione dell’attività giudiziaria in materia civile, penale, amministrativa, contabile e tributaria, abbraccia tutti i campi dell’informatica giuridica con il preciso scopo di divulgare le conoscenze in questa materia. http://www.cspt.pro/ E' fondatore del sito di informazione giuridica e giustizia telematica, Nostralex (http://www.nostralex.it/), i cui contenuti mirano a facilitare l'approccio degli operatori del diritto al processo telematico e all’utilizzo delle notifiche a mezzo posta elettronica certificata, mediante la pubblicazione di guide, risorse, utility, commenti a sentenze e approfondimenti sullo specifico tema. E’ autrice della web app “Gli adempimenti nel processo civile telematico” e delle seguenti guide pubblicate nei siti nostralex.it e diritto.it: Codice dell’Avvocato Telematico; Schede Pratiche dell’Avvocato Telematico: Procedimento monitorio telematico; Schede Pratiche dell’Avvocato Telematico - Notifica pec dell’atto introduttivo e iscrizione a ruolo telematica della causa; Guida pratica alla ricerca telematica dei beni da pignorare ex art. 492bis c.p.c.

Lascia un commento