I bandi di concorso per esperti Banca d’Italia


Concorso per esperti nelle discipline economico-aziendali e/o giuridiche. Requisiti e modalità di presentazione della domanda. Scadenza 15.12.2016


Banca d’Italia ha indetto quattro concorsi per l’assunzione di quattro funzionari esperti con orientamento nelle discipline economico-aziendali e/o giuridiche e di quattro assistenti da destinare alla Filiale di Trento e Bolzano.


Concorso A. 2 Esperti con orientamento nelle discipline economico-aziendali e/o giuridiche, da destinare alla Filiale di Trento

Concorso B. 2 Esperti con orientamento nelle discipline economico-aziendali e/o giuridiche, da destinare alla Filiale di Bolzano

Concorso C. 2 Assistenti da destinare alla Filiale di Trento

Concorso D. 2 Assistenti da destinare alla Filiale di Bolzano


REQUISITI

Per i concorsi di cui alle lettere A e B:

1. Laurea magistrale/specialistica, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti classi: scienze economico-aziendali (LM-77 o 84/S); scienze dell’economia (LM-56 o 64/S); finanza (LM-16 o 19/S); ingegneria gestionale (LM-31 o 34/S); giurisprudenza (LMG-01 o 22/S); relazioni internazionali (LM-52 o 60/S); scienze della politica (LM-62 o 70/S); altra laurea equiparata ad uno dei suddetti titoli ai sensi del Decreto Interministeriale 9 luglio 2009

ovvero

diploma di laurea di “vecchio ordinamento”, conseguito con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti discipline: economia e commercio; economia politica; giurisprudenza; scienze politiche; scienze dell’amministrazione; scienze internazionali e diplomatiche; scienze strategiche; altra laurea a esso equiparata o equipollente per legge.

E’ altresì consentita la partecipazione ai possessori di titoli di studio conseguiti all’estero o di titoli esteri conseguiti in Italia con votazione corrispondente ad almeno 105/110, riconosciuti equivalenti, secondo la vigente normativa, a uno dei titoli sopraindicati ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi.

Per i concorsi di cui alle lettere C e D:

Diploma di istruzione secondaria di secondo grado, di durata quinquennale, conseguito con un punteggio di almeno 80/100 o 48/60.

E’ altresì consentita la partecipazione ai possessori di titoli di studio conseguiti all’estero o di titoli esteri conseguiti in Italia con votazione corrispondente ad almeno 80/100, riconosciuti equivalenti, secondo la vigente normativa, al titolo sopraindicato ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi.

2. Età non inferiore agli anni 18.

3. Cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione Europea ovvero altra cittadinanza secondo quanto previsto dall’art. 38 del D.Lgs. 165/2001.

4. Idoneità fisica alle mansioni.

5. Godimento dei diritti civili e politici, anche nello Stato di appartenenza o di provenienza.

6. Non aver tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da svolgere nell’Istituto.

7. Adeguata conoscenza della lingua italiana.

Domanda e termine di partecipazione

La domanda deve essere presentata accedendo a questa pagina entro il termine perentorio delle ore 18:00 del 15 dicembre 2016 (ora italiana), utilizzando esclusivamente l’applicazione disponibile sul sito internet della Banca d’Italia all’indirizzo www.bancaditalia.it seguendo le indicazioni ivi specificate.

È consentita la partecipazione ad uno solo dei 4 concorsi prima indicati. Se un candidato avanza domanda di partecipazione per più di un concorso, la Banca d’Italia prende in considerazione l’ultima candidatura presentata in ordine di tempo.


PROVE

Per i Concorsi di cui alla lett. A e B

la prova scritta prevede lo svolgimento di quattro quesiti a risposta sintetica sulle materie indicate nel programma d’esame allegato al bando e di una prova in lingua inglese per il concorso (A), mentre per il concorso (B) di una prova in lingua tedesca (o italiana per quei candidati che si siano avvalsi della facoltà di sostenere le prove in lingua tedesca) e in lingua inglese.

Le prove scritte di lingua (tedesca o italiana; inglese) consistono in un breve elaborato su argomenti di attualità sociale ed economica. La durata complessiva della prova scritta (quesiti e prove di lingua) non potrà essere superiore a quattro ore per il concorso di cui alla lett. A e di quattro ore e trenta minuti per il concorso di cui alla lett. B.

Per lo svolgimento della prova scritta è consentita la consultazione di testi normativi non commentati né annotati, esclusivamente in forma cartacea. Non è, tuttavia, consentita la consultazione delle Istruzioni di Vigilanza della Banca d’Italia e dei Regolamenti della CONSOB; non sono inoltre consentiti manuali o appunti di alcun genere né i vocabolari di lingua tedesca, italiana e inglese.

Vengono valutate esclusivamente le prove dei candidati che abbiano svolto tutti e quattro i quesiti sulle materie del programma.

I concorrenti che superano la prova scritta vengono ammessi a sostenere una prova orale che consiste in un colloquio sulle materie indicate nei programmi allegati al bando e in una conversazione in lingua inglese; possono inoltre formare oggetto di colloquio l’argomento della tesi di laurea e le esperienze professionali maturate.

I candidati al concorso di cui alla lett. A in occasione della prova orale hanno la facoltà di sostenere una conversazione aggiuntiva in lingua tedesca, mentre i candidati al concorso di cui alla lett. B in occasione della prova orale hanno l’obbligo di sostenere anche una conversazione in lingua tedesca ovvero in lingua italiana (quest’ultima solo per quei candidati che si sono avvalsi della facoltà di sostenere le prove in tedesco).

Per i Concorsi di cui alla lett. C e D

Le prove d’esame consistono in una prova scritta e in una prova orale sulle materie indicate nei programmi allegati (lett. C e D) e si svolgono a Trento (lett. C) e a Bolzano (lett. D).

Per il concorso di cui alla lett. C la prova scritta prevede lo svolgimento di tre quesiti a risposta sintetica sulle materie indicate nel programma d’esame allegato e di una prova in lingua inglese, mentre per il concorso di cui alla lett. D la prova scritta prevede lo svolgimento di tre quesiti a risposta sintetica sulle materie indicate nel programma d’esame allegato, di una prova in lingua tedesca (ovvero in lingua italiana per quei candidati che si siano avvalsi della facoltà di sostenere le prove in lingua tedesca) e di una prova in lingua inglese.

I concorrenti che superano la prova scritta vengono ammessi a sostenere una prova orale che consiste in un colloquio sulle materie indicate nei programmi allegati e in una conversazione in lingua inglese; possono inoltre formare oggetto di colloquio le esperienze professionali maturate.


Ulteriori info nel bando della Banca d’Italia  (clicca qui per aprirlo)

 

Lascia un commento