Cambiate la password dell’account Yahoo: 500 milioni di utenti in balia degli hacker


Gli hacker colpiscono ancora: da Yahoo la conferma ufficiale


Dopo la notizia dell’attacco a Dropbox, ora a far parlare di se è Yahoo, che si è vista sottrarre nel 2014 i dati di almeno 500 milioni di utenti. Nomi, password, indirizzi mail e dati anagrafici, infatti, sono  da tempo alla mercè di illustri sconosciuti.

La conferma ufficiale dell’attacco hacker è stata diramata qualche giorno fa da Yahoo, che in un comunicato ha fornito anche importanti suggerimenti agli utenti per salvaguardare il proprio account.

Intanto, l’immediato cambio della password, utilizzandone una alfanumerica, contenente anche qualche simbolo e che non sia la stessa utilizzata per altri servizi.

Altra cautela suggerita dalla società, è quella di attivare la “verifica in due passaggi”, che richiede, oltre alla password, anche il codice pin inviato via sms sul proprio cellulare.

Certo, acquisire la notizia del furto dei dati a distanza di due anni o addirittura di quattro anni nel caso di Dropbox, la cui notizia del furto di 68 milioni di password avvenuto nel 2012 è stata resa nota nel mese di agosto 2016, desta preoccupazione e pone agli utenti che fanno uso di questi servizi per il loro business, seri interrogativi su come tutelare concretamente la loro privacy.

Un dato è certo. E’ in crescita la consapevolezza delle aziende sui pericoli a causa della forte espansione del fenomeno delle minacce informatiche.

Secondo i dati dell’Osservatorio Information Security & Privacy del Politecnico di Milano e dell’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica, infatti, solo nel 2016 il 33% delle organizzazioni ha subito un crimine informatico.

Lascia un commento